Io non ho mai smesso di considerarmi più intelligente di tutti e, qualche volta, credetemi, me ne sono sentito un po' imbarazzato.

Wednesday, March 30, 2016

Senza Titolo



Le mie ciglia ora sono pesanti,
Agli occhi un velo m'è sceso davanti,
Il gelo d'una mano ha sfiorato
Il mio animo appena rinato.

Dov'è il fulgido prato sgargiante?
E la piccola farfalla ondeggiante?
Ora solo dei miei anni ho il grigiore
E gelido ghiaccia un vento il mio cuore.

Cupo regna già un silenzio tremendo,
Non v'è in cielo nemmeno una stella,
Sono andate in un momento svanendo
E di Venere è caduta anche quella...

Io tre lacrime qui mando allegate
Dall'anima mia a notte sgorgate,
La corda è balzata del mio cuore
Con acuto gran dolente fragore.

Felice sono però tuttavia
Ché il suo amore è nell'anima mia,
Ancor più alto in calore e lignaggio:

Testimone n'è di ieri il messaggio.

di Melinda Tamas - Tarr

  Nata nel 1953, insegnante, scrittrice, poetessa e giornalista, vive dal 1983 in Italia ove ha fondato ed attualmente dirige la rivista  Osservatorio letterario - Ferrara e l'altrove che, oltre all'intento di divulgare in Italia la cultura magiara, si propone lo scopo di riconoscere e rivelare talenti di ogni letteratura. Nella sua poesia echeggiano, nel rimpianto di promesse di vita mancate, i sobbalzi dell'anima generati nel quotidiano dei sentimenti dal malinteso e dall'incomprensione. 

No comments: